salta al contenuto

Dirigente del Tribunale

Dirigente amministrativo: Dott. Mario Baldini

Ubicazione ufficio: 3° piano – stanza 315

Tel: 0187/595387

Fax: 0187/595311

e-mail: mario.baldini@giustizia.it


Il Dott. Baldini è laureato in Giurisprudenza ed ha conseguito il master di 2° livello in diritto tributario e l’ ECDL (European Computer Diving Licence).
E’ giudice tributario presso la Commissione Tributaria Provinciale della Spezia e presso la Commissione Tributaria Centrale – sede distaccata di Genova. Esperto giuridico della Commissione Provinciale per la revisione degli usi nella Provincia della Spezia.
Dal settembre 2001 è anche Dirigente informatico ai sensi del D.Lgs.309/93. Docente presso la Scuola di Formazione del personale del Ministero della Giustizia – sede di Genova.

Da gennaio 2011 a giugno 2012 è stato Dirigente amministrativo reggente della Corte d’Appello di Genova.
Da aprile 2011 a giugno 2012 è stato coordinatore della Scuola di Formazione del personale del Ministero della Giustizia – sede di Genova.

Le mansioni del Dirigente amministrativo

Ai sensi dell’art. 2 decreto legislativo 25 luglio 2006 n.240 : il dirigente amministrativo preposto all’ufficio giudiziario è responsabile della gestione del personale amministrativo da attuare in coerenza con gli indirizzi del magistrato capo dell’ufficio e con il programma annuale delle attività adottato,ai sensi dell’art. 4, in concerto tra il dirigente amministrativo e il magistrato capo dell’ufficio.

Adotta i provvedimenti disciplinari previsti dall’articolo 55,comma 4,terzo periodo,del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165.

Ai sensi dell’articolo 3 decreto legislativo 25 luglio 2006 n 240 il dirigente amministrativo preposto all’ufficio giudiziario è competente ad adottare atti che impegnano l’amministrazione verso l’esterno, anche nel caso in cui comportano oneri di spesa nei limiti individuati dal provvedimento di assegnazione di fondi.

Lo stesso articolo 3 attribuisce al dirigente amministrativo la gestione delle risorse finanziarie e strumentali.

La circolare ministeriale n. 39434/U del 31 ottobre 2006 evidenzia “l’esercizio delle funzioni di gestione delle risorse umane,finanziarie e strumentali,il potere di adottare atti che impegnano l’amministrazione verso l’esterno (compresi quelli che comportano oneri di spesa) e l’esercizio delle funzioni di delegato alla spesa corrispondono ai poteri che l’art. 17 del decreto legislativo 165/2001 riserva alla competenza funzionale propria dei dirigenti di livello generale ( cosiddetti dirigenti di seconda fascia) e ancora “in dettaglio il dirigente amministrativo tra l’altro: assegna il personale ai vari servizi nell’ambito dell’ufficio, controlla la malattia e l’idoneità fisica dei lavoratori, esercita il potere disciplinare,concede i permessi e le ferie” e ancora “anche la gestione delle risorse finanziarie e strumentali".